Comitato Direttivo Centrale

///Comitato Direttivo Centrale
Comitato Direttivo Centrale 2019-07-03T20:34:16+02:00

La Presidenza è costituita dal Presidente generale e dai tre Vicepresidenti generali.

Il Comitato Direttivo Centrale è composto dalla Presidenza e da altri due componenti che – su proposta della Presidenza, formulata in funzione delle competenze professionali e di quanto richiesto dallo svolgimento dei programmi adottati – il Comitato Centrale di Indirizzo e di Controllo elegge nella prima seduta successiva alla elezione del Presidente generale.

I suoi componenti durano in carica non più di tre anni: tutti sono rieleggibili una prima volta nella carica e lo possono essere ancora dopo almeno un anno di interruzione. Attraverso queste modalità il Comitato Direttivo Centrale viene rinnovato parzialmente ogni anno. I componenti del Comitato Direttivo  Centrale partecipano alle sedute dell’Assemblea dei delegati e del Consiglio Centrale, prendendovi la parola senza diritto di voto. Il Comitato Direttivo Centrale ha facoltà di portare in Assemblea dei delegati le deliberazioni non adottate dal Consiglio Centrale.

Il Presidente generale è il legale rappresentante del Clup Alpino Italiano ha poteri di rappresentanza esterna che può anche delegare, ha la firma sociale e assolve le seguenti funzioni specifiche:

a)     convoca e presiede le sedute del Comitato Direttivo Centrale e del Consiglio Centrale;

b)     invita persone estranee alle sedute del Comitato Direttivo Centrale e del Consiglio Centrale;

c)     adotta deliberazioni su questioni urgenti e indifferibili, che sottopone al Comitato Direttivo Centrale per la ratifica nella seduta immediatamente successiva;

d)     riferisce periodicamente al Consiglio Centrale sui risultati della gestione rispetto ai programmi deliberati dall’Assemblea dei delegati;

e)     presenta la relazione annuale all’Assemblea dei delegati.

Il Comitato Direttivo Centrale nel suo insieme svolge la funzione di attuazione dei programmi adottati dall’Assemblea dei delegati e degli indirizzi deliberati dal Comitato Centrale di Indirizzo e di Controllo; svolge funzioni di indirizzo politico-amministrativo, individuando obiettivi e risorse, adottando gli atti rientranti nello svolgimento di tali funzioni, verificando la rispondenza dei risultati dell’attività amministrativa e della gestione agli indirizzi impartiti, attuando i compiti ad esso delegati dal Comitato Centrale di Indirizzo e di Controllo; assolve inoltre le seguenti funzioni specifiche:

a)     impostare e trattare tutte le questioni attinenti alle finalità istituzionali; in particolare mantiene i rapporti con le amministrazioni centrali dello Stato, con ogni tipo di organismo o istituzione, nazionale o internazionale o estero;

b)     predisporre i programmi del Club Alpino Italiano, sottoponendoli alla approvazione del Comitato Centrale di Indirizzo e di Controllo e alle deliberazioni dell’Assemblea dei delegati;

c)     sottoporre al Comitato Centrale di Indirizzo e di Controllo i bilanci d’esercizio dell’Ente;

d)     nominare e revocare il Direttore; indicare le priorità ed impartire le conseguenti direttive generali dell’azione amministrativa, della gestione, dei tempi da rispettare e dei risultati da conseguire, dei quali rimane unico responsabile il Direttore, sulle cui proposte determina la pianta organica e le sue variazioni; fatte salve le competenze del Direttore, deliberare sui contratti e gli altri atti che vincolano i bilanci oltre l’esercizio e sull’assunzione di finanziamenti a medio e lungo termine;

e)     attribuire incarichi ai propri componenti anche al fine di assicurare i rapporti tra gli organi del Club Alpino Italiano – inclusi  gli Organi Tecnici Centrali – e tra questi e le strutture periferiche per ogni questione attinente alle finalità istituzionali; istituire un sistema di controllo interno e uno di relazioni con l’esterno;

f)      affidare – per motivate esigenze ed entro limiti numerici prestabiliti – incarichi di consulenza e di collaborazione ad esperti dei settori attinenti alle finalità istituzionali;

g)      deliberare sull’edizione di pubblicazioni, anche periodiche, nominandone i responsabili;

h)     convocare l’Assemblea dei delegati; ratificare la nomina del Comitato elettorale; nominare la Commissione per la verifica dei poteri;

i)      convocare il Congresso nazionale.


Nominativi

Nome

Incarico

Sezione di appartenenza

Vincenzo Torti

Presidente Generale

Sez. Giussano

Erminio Quartiani

Vicepresidente Generale

Sez. Melegnano

Antonio Montani

Vicepresidente Generale

Sez. Pallanza

Lorella Franceschini

Vicepresidente Generale

Sez. Bologna

Umberto Andretta

Componente

Sez. Cittadella

Login

Comitato Direttivo Centrale