fbpx

Il cercatore di infinito

Documentario / Personaggi-Alpinisti
Regia: Federico Massa e Andrea Azzetti
Produzione: AviLab, con il contributo del Centro di Cinematografia e Cineteca del CAI
Italia, 2020
51 minuti

Lingua: italiano

Descrizione

Dio non mi chiederà quante montagne ho conquistato, ma cosa ho fatto per gli altri. Questo in sintesi il messaggio di Armando Aste (1926-2017), grande rocciatore, dal carattere spigoloso, ma dalla straordinaria generosità e umanità.
Il documentario mostra gli autori nei luoghi che hanno formato l’uomo e l’alpinista, in una ricerca volta a scoprire l’origine della sua forza e della sua Fede. Dalle Dolomiti che l’hanno visto protagonista di numerose scalate, a un’antica valle che cela il rudere di un mulino. Dalla fabbrica di Rovereto in cui ha lavorato per anni, alla parete nord dell’Eiger. E poi in volo verso l’Africa, all’inaugurazione di un ospedale realizzato grazie a una sua donazione e a lui dedicato.
Dai valori che ispirano l’alpinismo la riflessione si apre alla condizione dell’uomo stesso e ai suoi limiti. Il film si conclude lì dove era cominciato, osservando nel silenzio una linea scura che sale dritta fin su la cima della parete sud della Marmolada d’Ombretta. Armando l’aveva battezzata Via dell’Ideale, metafora perfetta di un’ascensione fatta di roccia e spirito. Agli autori resta solo una domanda: ci sono ancora “cercatori di infinito”?

Soggetto e sceneggiatura di Gerassimos Valentis, Andrea Azzetti, Federico Massa.
Montaggio di Giulia Micheli. Musica di Tommaso Ermolli. Fotografia di Andrea Azzetti.

Guarda il trailer:

Titolo

Torna in cima