fbpx

Geografie interrotte

Geografie interrotte

Descrizione

Geografie interrotte
Luoghi e paesaggi abbandonati in territorio alpino

In ogni territorio esistono luoghi che sfuggono alla tradizionale classificazione delle strutture abitate. Si tratta di realtà marginali a cui si dà per convenzione il nome di “luoghi abbandonati”. Questi spazi sono caratterizzati da una sorta di sospensione progettuale che ne altera lentamente l’aspetto, condannandoli al deterioramento e all’oblio. Vista la presenza sempre più evidente e invadente di questi “luoghi interrotti”, il volume cerca di chiarire le ragioni del loro emergere e diffondersi, così da coglierne le complessità, ma anche le opportunità di riflessione e intervento che essi possono offrire. L’analisi di queste aree mette in luce i processi globali di sradicamento e annullamento delle identità che da secoli coinvolgono territori e paesaggi, soprattutto in ambito montano, e che determinano i sempre più diffusi fenomeni di obsolescenza programmata dei luoghi, sfruttamento senza limiti delle risorse ambientali e consumo di suolo. È quindi a partire dall’esame dei delicati rapporti tra uomo e territorio alpino che la questione dei paesaggi abbandonati viene indagata a livello geografico, storico e filosofico, così da porre le basi per un radicale ripensamento del senso dei luoghi e dell’abitare in un’ottica culturale ed ecologica che non sia solo conservativa, bensì coesistiva e partecipativa.

Andrea Marini ha conseguito un dottorato di ricerca in Scienze dei Beni Culturali e Ambientali presso l’Università degli Studi di Milano ed è uno dei fondatori del L’ABB – Laboratorio Permanente sui Luoghi dell’Abbandono.

Prezzo: 27,00 euro

Prezzo Soci CAI: 22,50 euro

Acquista qui

Informazioni aggiuntive

Autore

Pagine

208

Anno

2020

Login

Geografie interrotte