Piano della Nevena_locandina

Il percorso si sviluppa quasi interamente in un bosco di faggio su sentieri non sempre segnati, con terreno sgombro e alcuni tratti fangosi facilmente aggirabili, e non presenta difficoltà tecniche né tratti esposti.
Lasciate le macchine a q.1090, inizia il percorso in salita verso Fonte del Faggio a q.1280, fino a raggiungere la linea di crinale nei pressi di Serra La Croce a q.1310. Qui, da un piccolo poggio, si apre una vasta bella veduta sulla vallata del Marmo Platano e le lontane montagne circostanti, dal Volturino ai Picentini passando per il Cervati e il Panormo. Percorso tutto il crinale, lungo il quale raggiungiamo la quota massima di 1342 mt, inizia la discesa verso Piano della Nevena, attraverso la faggeta vetere con ceppaie di taglio di epoca borbonica, uno dei pochi siti testimonianza di questo tipo di coltura boschiva. Qui i ceppi centenari, quasi figure animate, fanno rivivere ogni volta belle emozioni. Da Piano della Nevena si continua a scendere fino a Lago Scuro dove sarà possibile fare sosta, se le condizioni mPIANO DELLA NEVENA | I Luoghi del Cuore - FAIeteo saranno favorevoli. Sulla via del ritorno faremo una deviazione per passare da Toppa Romito dove, in una parete interessata da una vecchia frana, sono evidenti i diversi strati rocciosi del sottosuolo. A poca distanza il Lago Romito, una piccola zona umida, e poi nuovamente Fonte del Faggio, a riprendere in senso inverso lo stesso sentiero fatto in andata e tornare alle macchine.

Direttori d’escursione
Franca Di Trana (3201890881) – Vincenzo Lapetina (3396961442) – Raffaele Lombardi (3491301141)

Iscrizione
Entro Venerdì 14 i responsabili saranno in sede dalle ore 19.00 alle ore 20.30 per fornire ogni ulteriore utile chiarimento e prendere le adesioni che i soci potranno comunicare anche telefonicamente. I non soci all’atto dell’iscrizione, che potrà avvenire esclusivamente in sede, dovranno compilare e consegnare agli accompagnatori il Modulo di Consenso al trattamento dei propri dati ai sensi dell’art. 23 del Dlgs 196/2003; il modulo e la relativa informativa sono scaricabili dal sito della Sezione al link: https://www.cai.it/sezione/potenza

Quota di partecipazione
La quota di partecipazione è di € 3,00 per i soci, € 10,00 per i non soci. Per i non soci la quota comprende l’assicurazione. La località di partenza sarà raggiunta con auto proprie e le spese di viaggio saranno divise tra i passeggeri delle singole autovetture.

Appuntamento e partenza
Appuntamento ore 8:15 nel parcheggio antistante la Stazione ferroviaria FAL Potenza Inferiore (tra il passaggio a livello e il ponte Musmeci). Partenza ore 8:30.
Responsabile Covid Franca Di Trana.
Tutti i partecipanti devono consegnare il modulo di autocertificazione debitamente compilato e firmato, è possibile inviarlo anche tramite mail a segreteria@caipotenza.it o whatsapp al responsabile covid. Tutti i partecipanti devono rispettare le norme di sicurezza imposte dall’emergenza sanitaria.
NB – E’ necessario essere in possesso di Green Pass valido pena l’esclusione dalla partecipazione all’escursione.

Come raggiungere la località di partenza dell’escursione
Partendo da Potenza, fontana dell’Epitaffio, si imbocca la SS7 Appia in direzione di Ruoti fino al valico del bivio con la SP84 di Cerreta. A circa 300 mt sulla destra si trova la strada che porta verso Monte Li Foj. Dopo 3 km troveremo il bivio verso la nostra meta, il Parco Avventura, distante un paio di chilometri, dove lasceremo le auto ed avrà inizio l’escursione.

Caratteristiche tecniche dell’escursione
Lunghezza ca. 10 km
Ascesa totale ca. 650 mt
Tempo percorrenza ca. 5 ore (escluse le soste)
Difficoltà E
Coordinate Utm:
Inizio/Fine Percorso: 33T 559489E – 4502185N
Piano della Nevena: 33T 556774E – 4501823N
(Coordinate GD: 40.668396,15.703829 e 40.665326,15.671677)

Equipaggiamento necessario
I partecipanti dovranno calzare scarpe ALTE da trekking. Si raccomanda di portare nello zaino: maglione o pile, giacca a vento, mantella antipioggia, almeno una borraccia di acqua da un litro, il telefonino, un leggero pranzo a sacco, si consigliano i bastoncini e le ghette. I responsabili si riservano il diritto di non ammettere all’escursione quanti non dimostrassero di essere in possesso dei requisiti fisici, tecnici o d’abbigliamento necessari. Si ricorda che è facoltà dei direttori d’escursione modificare il percorso anche durante l’escursione. In caso di previsioni meteorologiche avverse l’escursione potrà subire modifiche o essere rinviata.
Note
Per tutto quanto non specificamente indicato nel presente programma si fa riferimento al Regolamento delle Escursioni della Sezione CAI di Potenza che i partecipanti, iscrivendosi all’attività, confermano di conoscere e di accettare.