Locandina escursione

fontana genzano

 

Ed eccoci ancora una volta in questa splendida avventura alla scoperta, tra natura e storia, dei borghi della nostra Lucania. Oggi partiremo alla riscoperta di uno dei territori in lingua Osca più antichi della Basilicata, partendo dalla Fontana Cavallina di Genzano di Lucania, costruita intorno al 18° secolo ed introdotta tra le 33 fontane più belle d’Italia, per proseguire, sempre, sulla via delle acque scendendo al complesso di lavatoi denominato Capo d’Acqua, anche questo edificato intorno al 18° secolo (1700 per essere precisi da una targa che ne riporta la data). Risaliremo per un poco tenendo il paese di Genzano sulla destra ed ammirando i resti dell’antico paese. Giungeremo dopo 3 o 4 km a Banzi, l’antica “Bantia”, dove venne rinvenuta la famosa “Tabula Bantina” un importante ritrovamento sulla quale da una parte vi è lo statuto bantino, una legge municipale dell’antica città di Bantia in lingua Osca, sull’altra facciata è inciso un plebiscito, una legge di Roma, in lingua latina. Visiteremo il museo interattivo di Banzi e gli scavi, grazie all’amministrazione Comunale. Ci incammineremo alla scoperta della “Fonte Bandusia” cantata da Orazio nelle Carme III scritte nel 30 A.C. . Ci rifocilleremo e partiremo tra boschetti e campagne alla volta di un altro luogo, forse meno importante storicamente ma ugualmente bello per la natura che lo accoglie, un oasi naturalistica dove finirà la nostra escursione, il laghetto “Frontetusio” meglio conosciuto dai locali come “laghetto Santa Giulia”.

 

Il percorso non presente particolari difficoltà tecniche e/o tratti esposti. Alla partenza e prima di giungere in paese sono presenti fontane e sorgenti.

Direttori d’escursione
AE Aldo Brindisi (tel. 3485455808) – DDE Vito Mancusi (tel. 3394382146)
Iscrizione
I responsabili saranno in sede dalle ore 19.00 alle 21.00 di Venerdì 7 Ottobre per fornire ogni ulteriore chiarimento e prendere le adesioni. Le adesioni saranno prese anche telefonicamente o con Whatsapp. I non soci all’atto dell’iscrizione, che potrà avvenire esclusivamente in sede, dovranno compilare e consegnare agli accompagnatori il Modulo di Consenso al trattamento dei propri dati ai sensi dell’art. 23 del Dlgs 196/2003; Il modulo e la relativa informativa sono scaricabili dal sito della Sezione al link: https://www.cai.it/sezione/potenza
Quota di partecipazione
Soci CAI: € 3,00, Non soci: € 10,00. Per i non soci la quota comprende l’assicurazione.
La località di partenza sarà raggiunta con auto proprie e le spese di viaggio saranno divise tra i passeggeri delle singole autovetture.
Appuntamento e partenza
Appuntamento ore 6.45 nel parcheggio antistante la Stazione ferroviaria FAL Potenza Inferiore (tra il passaggio a livello e il ponte Musumeci). Partenza ore 7.00.
Come raggiungere la località di partenza dell’escursione
Partendo imboccare il raccordo autostradale Potenza-Sicignano (RA 5), in direzione Matera, quindi SS407 Basentana, uscire a Vaglio Z.I. Seguire indicazioni per Tolve, alla fine della discesa girare a Sx seguire indicazioni Bari, imboccare la Sp 123 sempre dritto direzione Genzano di Lucania, arrivati all’incrocio del paese di fronte villa comunale girare a Sx dopo la fermata degli autobus a Dx Fontana Cavallina.
Caratteristiche tecniche dell’escursione
Lunghezza ca. 17 km
Dislivello in salita ca. 594 m
Dislivello in discesa ca. 727 m
Tempo percorrenza ca. 6,00 h (escluse le soste)
Difficoltà E
Coordinate UTM
Inizio: 33 T 586933E 4522751N
Fine: 33 T 580264E 4529789N

Equipaggiamento necessario
I partecipanti dovranno calzare scarpe ALTE da trekking e portare la lampada frontale.
Si raccomanda di portare nello zaino: maglione o pile, giacca a vento, mantella antipioggia, almeno una borraccia di acqua da un litro, il telefonino, un leggero pranzo a sacco. Si consiglia di lasciare in auto un cambio completo di abbigliamento. I responsabili si riservano il diritto di non ammettere all’escursione quanti non
dimostrassero di essere in possesso dei requisiti fisici, tecnici o d’abbigliamento necessari.
Si ricorda che è facoltà dei direttori d’escursione modificare il percorso anche durante l’escursione.
In caso di previsioni meteorologiche avverse l’escursione potrà subire modifiche o essere rinviata.
Note
Per tutto quanto non specificamente indicato nel presente programma si fa riferimento al Regolamento delle Escursioni della Sezione CAI di Potenza che i partecipanti, iscrivendosi all’attività, confermano di conoscere e di accettare.