25/02/2019|
- News |

Sardegna, via al Cammina Italia CAI 2019

Dall’1 al 3 marzo parte la grande escursione a staffetta non continuativa sul rinnovato Sentiero Italia CAI. Si inizia con una tavola rotonda a Santa Teresa di Gallura (OT), i giorni successivi saranno percorse due tappe dell’itinerario nel cagliaritano.

Una grande escursione a staffetta non continuativa che, da marzo a settembre, percorrerà una serie di tappe di tutte le regioni italiane del Sentiero Italia CAI, con il quale quest’anno il Club alpino italiano presenta l’itinerario escursionistico più lungo del mondo, 6880 km “di grande bellezza”.

L’iniziativa promozionale, denominata “Cammina Italia CAI 2019“, sarà inaugurata venerdì 1 marzo in Sardegna, presso la Sala consiliare del Comune di Santa Teresa di Gallura (OT). E’ in questa località, infatti, che inizia un percorso il quale, dopo aver percorso l’isola da Nord a Sud e la Sicilia da Ovest a Est, risale l’intera dorsale appenninica, per poi percorrere l’arco alpino e terminare a Muggia, in provincia di Trieste.

All’inaugurazione seguirà la tavola rotonda pubblica denominata “Sentiero Italia: aspettative, opportunità ed investimenti”, nella quale si evidenzierà il valore ideale ed economico di questo cammino unico per lunghezza, varietà paesaggistiche e storiche, oltre che naturalistiche ed ambientali. Interverranno, oltre al Presidente generale del CAI Vincenzo Torti, il Sindaco di Santa Teresa di Gallura Stefano Ilario Pisciottu, l’Amministratore unico e il Direttore di FoReSTAS, rispettivamente Giuseppe Pulina e Giuliano Patteri, e l’Assessore regionale al turismoBarbara Argiolas.

Al pomeriggio i partecipanti si trasferiranno a Cagliari, dove sabato 2 marzo e domenica 3 marzo, inizieranno le escursioni del Cammina Italia CAI 2019, in cornici naturali di rara bellezza tra rocce plasmate dal tempo, pinnacoli, torrioni e valli attraversate da fiumi. Il sabato si percorrerà la 27^ tappa del Sentiero Italia CAI (penultima in Sardegna), daBurcei (620 metri) Caserma Noci (450 metri).L’escursione è lunga 7,5 km, ha un dislivello, sia positivo che negativo, di 800 metri e ha un tempo di percorrenza di circa 7 ore.

Domenica 3 marzo, dopo il pernotto alla Caserma, il gruppo proseguirà il cammino lungo la 28^ tappa fino a Castidias (dove finisce la parte sarda dell’itinerario), camminando per altri 17 km con dislivello positivo 900 metri, negativo 1100 metri (tempo di percorrenza sette ore). All’arrivo si terrà la cerimonia della consegna del testimone al CAI Sicilia che proseguirà l’8, il 9 e il 10 marzo.

Le due tappe sarde attraversano i boschi del Parco di Sette Fratelli, popolati da rari esemplari della fauna locale e garantiscono un’esperienza entusiasmante, un assaggio di quanto riserva l’intero itinerario sardo con le sue 28 tappe.

Per maggiori informazioni: www.caicagliari.it – sentieroitalia.cai.it

Login

Sardegna, via al Cammina Italia CAI 2019