La Commissione Nazionale Scuole di Alpinismo e Scialpinismo

Istituita nel 1937, ha lo scopo di promuovere e favorire lo sviluppo dell’Alpinismo, dello Scialpinismo, dell’Arrampicata Libera e dello Sci Fondo Escursionismo, in tutti i loro aspetti tecnici e culturali, con particolare attenzione ai problemi della prevenzione degli infortuni.

Brevemente:

  • Nell’ambito delle finalità Statutarie del Sodalizio e in accordo con gli indirizzi programmatici del Comitato Centrale di Indirizzo e di Controllo orienta, coordina, uniforma e controlla l’attività pratica e didattica delle Scuole di Alpinismo, Scialpinismo, Arrampicata Libera e Sci Fondo Escursionismo del Club Alpino Italiano.
  • Promuove la costituzione di analoghe Commissioni Regionali e Interregionali (O.T.T.O.), coordinandone e controllandone l’attività.
  • Si avvale della collaborazione delle Scuole Centrali di Alpinismo e Arrampicata Libera (S.C.A.) e Scialpinismo (S.C.S.A.), nominandone gli Organici.
  • Favorisce l’organizzazione di Scuole, Corsi e riunioni didattiche, coordinandone il funzionamento e mantenendone il controllo.
  • Controlla l’attività e cura la formazione e l’aggiornamento degli Istruttori, siano essi di II° Livello (Nazionali) che di I° Livello (Regionali), dei Qualificati (Sezionali) e degli Aspiranti.
  • Indirizza tecnicamente e moralmente le attività delle proprie Scuole, delle Sezioni e dei singoli Soci.
  • In base all’Articolo 2 della Legge n.776, 24/12/1985, svolge la propria attività a favore sia dei Soci del CAI sia di altri.
  • Promuove la pubblicazione di monografie e dispense sia di carattere tecnico che culturale.
  • Collabora con altri Organi Tecnici Centrali ad iniziative per l’effettuazione di prove di laboratorio e pratiche su attrezzature, materiali e tecniche. Attua ogni iniziativa che possa favorire la divulgazione delle attività alpinistiche in genere, nel rispetto della sicurezza in montagna.
  • Collabora ad iniziative atte a perseguire la difesa dell’ambiente montano.

Secondo i dati relativi al 2019 in Italia svolgono regolare attività 198 Scuole ed operano 698 Istruttori Nazionali, 1.237 Istruttori Regionali e indicativamente 3.645 Istruttori Sezionali. La tipologia dei Corsi Sezionali proposti è piuttosto ampia: tre livelli di scialpinismo e due di snowboard alpinismo, due livelli di arrampicata libera, sette corsi tra alpinismo neve e ghiaccio, tre livelli di sci escursionismo. Nell’anno 2019 sono stati organizzati a livello Sezionale 831 Corsi che complessivamente hanno coinvolto 16.713 allievi.

 

Organi Tecnici Territoriali Operativi (O.T.T.O.)

La Commissione Nazionale coordina e si avvale dei propri Organi Tecnici periferici, distribuiti sul territorio. Essi sono attualmente:

  • O.T.T.O.  CMI, Centro Meridione Isole
  • O.T.T.O.  LOM, Lombardia
  • O.T.T.O.  LPV, Liguria – Piemonte – Valle d’Aosta
  • O.T.T.O.  TAA, Trentino – Alto Adige
  • O.T.T.O.  TER, Toscana – Emilia Romagna
  • O.T.T.O.  VFG, Veneto – Friuli Venezia Giulia

integrati dalle rispettive Scuole Regionali o Interregionali, nominandone gli Organici.

 

Nell’ambito del proprio Convegno, gli O.T.T.O. hanno il compito principale di formare, controllare ed aggiornare gli Istruttori Regionali, i Sezionali e gli Aspiranti Istruttori, di controllare e autorizzare i Nulla Osta e le Relazioni di fine Corso delle Scuole Sezionali.

 

Attività delle Scuole Centrali

In stretta collaborazione con la C.N.S.A.SA. operano:

  • la Scuola Centrale di Alpinismo e Arrampicata Libera (S.C.A.), composta da 50 Istruttori, che cura l’Alpinismo e l’Arrampicata Libera;
  • la Scuola Centrale di Scialpinismo (S.C.S.A.), costituita da 41 Istruttori, che segue l’attività Scialpinistica, lo Snowboard Alpinismo e lo Sci Escursionismo.

Alle Scuole Centrali, su indirizzo e controllo della C.N.S.A.SA., sono demandati numerosi compiti:

  • l’Organizzazione dei Corsi di formazione e aggiornamento per Istruttori Nazionali;
  • la Direzione dei Corsi di formazione e aggiornamento per Istruttori Regionali;
  • l’elaborazione dei programmi didattici di tutti i Corsi Sezionali;
  • la realizzazione di Manuali tecnici e ausili didattici, anche in collaborazione con altri Organi Tecnici Centrali e con Enti esterni al Sodalizio, ma aventi scopi affini;
  • l’effettuazione di Studi e prove su Materiali e Tecniche, sistemi di Autosoccorso, Metodologie didattiche.

Le Scuole Centrali coadiuvano la C.N.S.A.SA. nell’ambito dei rapporti con Associazioni alpinistiche di altri paesi, Associazioni sportive, Enti pubblici e privati, Scuole pubbliche e private, Enti di ricerca, fornendo consulenza e supporto tecnico.