REGOLAMENTO DEI PRESTITI DELLA CINETECA CENTRALE DEL CAI
(Scarica la versione pdf)

Art. 1 – Prestito

  1. II Centro di Cinematografia e Cineteca del CAI (CCC) è una struttura operativa del Club Alpino Italiano (CAI) che, fra i suoi scopi, ha anche quello di curare la diffusione, attraverso il prestito, delle pellicole di cui detiene i diritti non commerciali (art. 9, 3° comma, lett. b, del Regolamento del CCC).

Art. 2 – Soggetti beneficiari

  1. II prestito dei film della Cineteca del CAI può essere effettuato solo alle Sezioni del CAI per il tramite del Presidente o di persona appositamente incaricata (segretario, addetto culturale, ecc.)
  2. Può essere effettuato anche a favore di altri enti, associazioni o scuole (art. 10, lett. e, del Regolamento del CCC), previa presentazione, oltre che della richiesta, della lettera liberatoria della Sezione sul cui territorio si terrà l’evento, dichiarante che nulla osta alla proiezione, utilizzando il modulo scaricabile dal sito della Cineteca e allegato al presente regolamento.
  3. È escluso il prestito a singoli privati, i quali potranno, se del caso e previa autorizzazione del CCC, visionare i film presso la sede della Cineteca in Milano, via Errico Petrella, 19, per motivi scientifici o di studio.

Art. 3 – Proiezioni dei film

  1. Le proiezioni da parte delle Sezioni o degli altri enti di cui all’art. 2, 2° comma, possono essere esclusivamente pubbliche e gratuite.

Art. 4 – Scelta dei film

  1. La scelta dei film potrà essere effettuata direttamente dall’interessato, consultando il Catalogo della Cineteca, visionabile al seguente link: https://www.cai.it/prenotazioni/cineteca/
  2. L’interessato potrà chiedere suggerimenti scrivendo a cineteca@cai.it, precisando quali sono le finalità della proiezione, i possibili destinatari dell’iniziativa e ogni altra indicazione utile.
  3. In tal caso l’addetto della Cineteca potrà fornire consigli utili e, se del caso, prospettare appositi pacchetti di più film che rispondano alle esigenze di cui al comma precedente.

 Art. 5 – Richiesta di prestito

  1. La richiesta di prestito di uno o più film deve essere presentata dalla Sezione, o da altro Ente nei casi consentiti, tramite la compilazione del modulo online: clicca qui per le Sezioni CAIper enti non CAI.
  2. L’addetto alla Cineteca provvederà a inviare il film o i film richiesti in formato digitale.
  3. È buona norma che la richiesta venga effettuata con congruo anticipo, in modo tale da poter effettuare un test, precedentemente alla proiezione, al fine di valutare la qualità del file trasmesso o che questo non sia danneggiato.

Art. 6 – Cancellazione del file

  1. Al termine della proiezione il file inviato per via telematica andrà cancellato a cura e sotto la responsabilità del responsabile della richiesta.
  2. È fatto assoluto divieto di proiettare il film una seconda volta in altra occasione se non previa autorizzazione da parte del CCC.
  3. In caso di violazione di quanto stabilito al secondo comma si incorrerà nelle sanzioni amministrative e penali previste dalla legge.

Art. 7 – Costi

  1. Il prestito di ciascun film è soggetto al pagamento della somma di € 12,50, che verrà fatturato al soggetto richiedente dalla Sede Centrale del CAI.

Art. 8 – Altri oneri

  1. La Sezione, o altro ente richiedente, dovrà assolvere, prima della proiezione, al pagamento dei diritti SIAE e dei diritti connessi, contattando la locale Agenzia SIAE o accedendo al relativo sito.

Art. 9 – Norma finale

  1. Per tutto quanto qui non espressamente regolato si applicano le norme del Regolamento del CCC, dello Statuto e del Regolamento del Club Alpino Italiano.
  2. Le Sezioni e gli enti interessati alle proiezioni possono richiedere ulteriori chiarimenti e delucidazioni contattando l’addetto alla Cineteca (cineteca@cai.it) o il Presidente del CCC (ccc@cai.it).

Art. 10 – Norma transitoria

  1. Fino al 31 luglio 2021, a seguito della deliberazione del 16 ottobre 2020 del Comitato Direttivo Centrale, le sole Sezioni del CAI sono esentate dal pagamento di cui al precedente art. 7.

 

Allegato:

LIBERATORIA SEZIONI