Cai scuola 2018-11-07T16:21:20+00:00

Cai scuola

Il progetto Cai-Scuola si è sviluppato attraverso vari documenti d’intesa col Miur e la realizzazione di oltre 30 corsi nazionali di formazione e aggiornamento rivolti a insegnanti delle scuole primarie e secondarie, il primo dei quali partito nel 2006. I corsi comportano esperienze formative sui temi dell’educazione ambientale, sulle attività motorie, sull’educazione alla sicurezza e sulla tutela dell’ambiente montano. Gli argomenti e le sedi sono sempre variati: dall’arrampicata in età evolutiva alla neve come elemento di gioco e conoscenza, dal ghiacciai dell’Ortles alle lave dell’Etna, dalla Guerra Bianca in Adamello alla storia e natura delle coste del Trapanese. I corsi sono basati su attività di formazione, supporto alla didattica, esperienze di attività outdoor quali uscite in ambiente montano, visite a luoghi d’interesse storico, culturale o naturalistico, stage didattico/formativi.

Alternanza scuola lavoro

Con la legge 107/2015, detta “La buona scuola”, l’alternanza scuola-lavoro diventa un elemento strutturale dell’offerta formativa e gli studenti del triennio conclusivo delle scuole superiori saranno chiamati a svolgere tirocini (della durata di 400 ore per gli istituti tecnici e professionali e 200 ore per i licei) durante i quali sviluppare competenze e capacità utili per costruire un proprio progetto di vita e inserirsi nel variegato mondo del lavoro.

I percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro sono progettati dall’istituzione scolastica (soggetto promotore), sulla base di apposite convenzioni con imprese o con associazioni (soggetto ospitante) disponibili ad accogliere gli studenti del triennio per periodi di apprendimento dedicati allo svolgimento di attività concordate e pianificate. Per il mondo dell’associazionismo si aprono interessanti prospettive di incontro e accoglienza di giovani studenti portati a fare esperienze dirette e a sviluppare le competenze trasversali richieste (lavoro di gruppo, progettazione, comunicazione, competenze di cittadinanza, conoscenza del territorio, capacità organizzativa), ma anche per trasmettere l’importante bagaglio valoriale e motivazionale che sta alla base del volontariato. Ed è in particolare in questo ambito che il CAI può dare il suo contributo ai giovani, offrendo accoglienza per far vivere un’esperienza concreta di cittadinanza attiva, di promozione sociale, di valorizzazione e tutela del patrimonio naturalistico montano del nostro Paese.

Obbligatoria per tutte le scuole italiane, licei compresi, l’alternanza prevede la collaborazione tra scuole superiori e realtà dell’industria, commercio, terzo settore disposte a ospitare uno o più studenti sulla base di un progetto concreto. Una sezione del CAI può quindi accogliere studenti del triennio in ASL, purché abbia individuato al proprio interno almeno un socio che s’impegna a svolgere la funzione di tutor aziendale e sia disponibile a seguire gli studenti per la durata del percorso.

Il CAI, che ha tra i suoi scopi statutari la conoscenza, la valorizzazione e la tutela dell’ambiente montano, ritiene che la scuola non debba essere chiamata solo ad istruire, ma anche a formare i cittadini di domani, a trasformare giovani studenti in adulti consapevoli del valore del patrimonio ambientale e della necessità della sua conservazione secondo principi di sostenibilità. E’ quindi per le sezioni CAI il momento di dare un contributo e cogliere un’opportunità.

Si evidenzia che, in base al disposto della legge 107, tutti i percorsi di alternanza sono regolati da una convenzione tra scuola ed ente ospitante e possono essere svolti durante i periodi di sospensione delle attività didattiche. Gli studenti sono coperti da assicurazione dello stato e vengono formati a scuola sulla sicurezza nel mondo del lavoro. La procedura burocratica, abbastanza complessa, viene tuttavia assolta in buona parte dalla scuola attraverso la figura del tutor scolastico. Di seguito vengono comunque messi a disposizione i principali elementi di riferimento per la documentazione utile alla realizzazione di un progetto di ASL.

Progetti Anno Scolastico 2017/2018

Progetti Anno Scolastico 2018/2019

Progetti Anno Scolastico 2019/2020