29/04/2019|
- News |

6880 km per incontrare, con un solo cammino, le culture e bellezze del Paese

Giovedì 2 maggio il Club alpino italiano, nell’ambito del Trento Film Festival, presenta il rinnovato Sentiero Italia CAI, il grande itinerario escursionistico che collega Santa Teresa Gallura, in Sardegna, a Muggia, in provincia di Trieste, attraverso la dorsale appenninica e l’arco alpino.

dav

Sentiero Italia CAI – 6880 km per incontrare, con un solo Cammino, le molte culture e bellezze del nostro Paese”: è questo il titolo del convegno con il quale il Club alpino italiano, alla 67a Trento Film Festival, racconterà il proprio progetto, in corso di realizzazione in questo 2019, di recupero e rilancio del Sentiero Italia. Un tracciato escursionistico che collega, con i suoi oltre 6800 km, tutte le regioni italiane, unendo le Alpi agli Appennini, fino alle catene montuose delle isole, con il fascino, la bellezza e le tradizioni dei loro territori interni. L’appuntamento è in programma giovedì 2 maggio alle ore 18 presso il Teatro Sociale (via Paolo Oss Mazzurana, 19), nella Sala Anna Proclemer.

Come spiega il Presidente generale del CAI Vincenzo Torti, “il convegno inizierà dal sogno, ossia dal progetto di tracciare un sentiero che attraversasse tutta l’Italia, per arrivare alla realizzazione del Sentiero Italia CAI: partiremo dal racconto di chi ha avuto l’idea di questo tracciato, dal ruolo del CAI e dalle modalità con cui l’ha appoggiata. Seguiranno le testimonianze di chi lo ha percorso, sino alla decisione recente del Club alpino italiano di darvi compiuta e stabile attuazione, ascoltando anche quanti stanno concretamente lavorando sui sentieri“. Il tutto con l’ausilio di foto e filmati, sia storici (come il reportage CamminaItalia ‘95 di Renato Andorno), sia attuali: questi ultimi, a cura del Centro di Cinematografia e Cineteca del CAI, relativi ai lavori di ripristino e alle escursioni della staffetta non continuativa (attualmente in corso) “Cammina Italia CAI 2019”.

Al convegno, moderato da Roberto Mantovani, interverrà Stefano Ardito, uno dei giornalisti-escursionisti che nel 1983 idearono l’itinerario, riunendosi poi nell’Associazione Sentiero Italia, a cui seguirà Teresio Valsesia, tra gliorganizzatori del “Camminaitalia 95”, la grande manifestazione che nel 1995 inaugurò il Sentiero Italia. Iniziativa ripetuta poi nel 1999 assieme all’Associazione Nazionale Alpini (ANA).

Seguiranno la descrizione del progetto di recupero e rilancio, da parte del Presidente generale Vincenzo Torti, e gli interventi che approfondiranno le fasi di realizzazione, da parte di Antonio Montani (Vicepresidente generale CAI), Alessandro Geri (Responsabile del progetto di recupero del Sentiero Italia), Armando Lanoce (Presidente Commissione centrale escursionismo CAI), Alfonso Picone Chiodo (cofondatore dell’Associazione Sentiero Italia) e Carlo Alberto Zanella (Referente Sentiero Italia CAI per l’Alto Adige).

A Trento sarà inoltre presentataLe montagne incantate, collana di nove volumi (che usciranno in edicola a cadenza mensile dal 3 maggio) curati ed editi da National Geographic in collaborazione con il Club alpino italiano,nei quali saranno illustrate le tappe del Sentiero Italia CAI, in modo da contribuire a far conoscere e rendere più accessibile tutta la montagna italiana. La serie sarà illustrata dalle fotografie de L’Altro Versante e si avvarrà delle firme delle testate del gruppo Gedi, dei più noti specialisti della montagna, di famosi alpinisti, di storici e di scrittori.

Interverranno, oltre al Presidente generale Vincenzo Torti e alla Coordinatrice editoriale del CAI Anna Girardi, il curatore del progetto Enrico Regazzoni e il fotografo di L’Altro Versante – National Geographic Luciano Gaudenzio.

Il rinnovato Sentiero Italia CAI (sentieroitalia.cai.it) parte daSanta Teresa Gallura, in Sardegna, e termina a Muggia, in provincia di Trieste. Il concatenamento di sentieri che formano il Sentiero Italia CAI attualmente è quasi completamente segnalato con i colori bianco e rosso e la dicitura “S.I.”.

Login

6880 km per incontrare, con un solo cammino, le culture e bellezze del Paese